Home > About Arval > News > Alfa Romeo Stelvio

Alfa Romeo Stelvio, scommessa all’italiana

Alfa Romeo Stelvio, scommessa all’italiana

Novità auto
Martedì, Aprile 11, 2017

in collaborazione con Motorionline

Una vera scommessa all’italiana. Esattamente com’era avvenuto pochi mesi fa per la Giulia, la nuova Alfa Romeo Stelvio rappresenta il grande ritorno del Biscione nel segmento premium del mercato, attraverso una carrozzeria tra le più popolari in assoluto in questo momento, ovvero il SUV. La Stelvio è senza dubbio una vettura di lusso con un numero notevole di punti di forza, sia per quanto riguarda lo stile che per ciò che concerne la meccanica. Solo il tempo potrà dire se segnerà il definitivo ritorno di Alfa nell’Olimpo automotive, ma la strada è senza alcun dubbio giusta.

Sia dal punto di vista estetico che tecnologico, la Stelvio punta ad essere una vettura aggressiva, non priva di verve sportiva, ma contemporaneamente adatta per un utilizzo più quotidiano. Le forme sono muscolose e imponenti, ma tutto dell’aspetto dell’auto pare “urlare” Alfa Romeo, soprattutto sul frontale e sui gruppi ottici. Le linee sono sinuose e inglobano completamente la silhouette dell’auto, con la classica griglia Alfa a fare bella mostra di sé davanti. La zona posteriore appare più simile alle medie del segmento, ma i fari del nuovo corso del Biscione garantiscono comunque una riconoscibilità immediata. Ruote grandi e prominenti completano l’impatto iniziale, che però viene esaltato soprattutto dalla zona interna della vettura. Qui veniamo accolti da un abitacolo che fa della qualità e dello stile le sue caratteristiche peculiari. La seduta del guidatore è decisamente alta e questo garantisce un dominio sulla strada notevole. Nonostante l’aspetto da “salotto”, però, la parentela con la Giulia risulta sempre evidente, donando a tutto l’insieme anche un pizzico di animo sportivo che di sicuro non guasta. Non che la Stelvio non possa correre, anzi, ma il pubblico di riferimento è sicuramente un altro. Ne è ulteriore testimonianza anche il bagagliaio decisamente capiente (525 litri). Da notare, infine, il sistema di infotainment, dotato di uno schermo da 8,8 pollici che rendono idealmente l’effetto “tablet”

Naturalmente il buon nome di Alfa Romeo non poteva esimersi dal dotare la Stelvio di un parco motori all’altezza del nome. Tra i benzina troviamo prima di tutto un quattro cilindri 2.000 turbo con potenza da ben 280 CV e coppia da 400 Nm (è comunque previsto l’arrivo di una versione da 200 CV). Tra i diesel, invece, troviamo un 2.200 da 210 CV e 470 Nm, che verrà ulteriormente declinato in una variante da 180 CV. Il re, però, è lui: il motore della versione Quadrifoglio, un impressionante V6 che arriva fino a 510 CV di potenza
Forse non è pensata per correre, ma ciò non significa che non sia in grado di farlo. Anzi…