BMW X2, un nuovo concetto di SUV premium

BMW X2, un nuovo concetto di SUV premium

Novità auto
Martedì, Settembre 11, 2018

La nuova BMW X2 è una vera novità per la casa bavarese. La parentela più vicina è senza alcun dubbio quella con la X1, ma questo SUV compatto non è solamente un po’ più grande della sorella: è un veicolo più dinamico e sportivo, sia nelle forme che nel comportamento di guida, un connubio di comfort e piacere al volante che riesce a raggiungere livelli degni del marchio tedesco.

 

Le dimensioni sono quasi invariate rispetto alla X1, così come il passo e la larghezza sono identici (rispettivamente 2.670 e 1.824 millimetri). Le proporzioni, però, sono nettamente diverse e anche l’altezza è stata sensibilmente ridotta (7 centimetri), proprio per dare alla vettura un carattere più sportivo. Le linee della carrozzeria rimandano idealmente a quelle di una coupé, come ormai siamo abituati a vedere anche sui mezzi più grandi della gamma SUV di BMW (pensiamo ad esempio alla X6). Sul frontale, la griglia presenta una forma ribaltata rispetto al tradizionale, ma la classica divisione in due sezioni è stata naturalmente mantenuta. I gruppi ottici sono invece leggermente separati dalla calandra. Nella zona laterale salta immediatamente all’occhio la scelta di apporre il logo della casa sul montante posteriore, elemento unico e distintivo della nuova X2. Lo spoiler sportivo superiore contribuisce a completare la zona posteriore del mezzo insieme al doppio scarico maggiorato, ereditato dalla X6 M.

 

All’interno dell’abitacolo la qualità è al livello delle produzioni BMW. Questo si traduce in materiali di alta qualità e studiati per offrire il massimo comfort. Anche con gli allestimenti più basici (sono quattro a disposizione: Advantage, Business X, M Sport e M Sport X) non c’è praticamente alcun elemento che non possa considerarsi premium. Il volante presenta il design tradizionale BMW, con il clacson perfettamente circolare all’interno e la tripla razza con decorazioni cromate. Al centro della plancia, fa bella mostra di sé il sistema di infotainment, fornito di un display da 6,6 pollici di diagonale di serie, che può arrivare come optional anche fino a 8,8 pollici. Il software è quello tradizionale di BMW, considerato giustamente uno dei più raffinati sul mercato, a cui è stata integrata la compatibilità con Apple CarPlay e Android Auto. Chiudendo il discorso della tecnologia a bordo, sono inoltre disponibili sia la ricarica wireless (solo per telefoni compatibili), che l’hotspot WiFi.

 

Quanto alla meccanica, la X2 riprende i già apprezzati motori messi a disposizione della X1. Quelli a benzina sono il 1.500 da 140 Cv e il 2.000 da 192 Cv, rispettivamente con 103 e 141 Nm di coppia. I diesel, invece, sono tutti 2.000, declinati con potenze da 150, 190 e 231 Cv. Il cambio può essere sia manuale che automatico Steptronic a otto rapporti. I consumi ufficiali, a seconda della motorizzazione, oscillano tra i 4,5 e i 6 litri ogni 100 km, pari a percorrenze comprese tra i 16 e i 22 km al litro. Le sospensioni sono calibrate in modo da trovare un giusto equilibrio tra rigidità e assorbimento delle asperità della strada. Si tratta quindi di un’auto con ambizioni sportive e dinamiche, ma che al tempo stesso punta al massimo comfort, con un volante molto preciso e facile da gestire.