Nuova Renault Clio 2019: quinta generazione

Nuova Renault Clio 2019: quinta generazione

Novità auto
Venerdì, 13 Dicembre, 2019
Nuova Renault Clio 2019

Arrivata oggi alla sua quinta generazione, la Renault Clio ha raccolto negli anni sempre più consensi, aggiudicandosi il ruolo di auto straniera più venduta del nostro Paese, seconda solamente ad alcuni “mostri sacri” del gruppo FCA. Ma se dal punto di vista estetico l’ultimo restyling non subisce particolari cambiamenti, è nell’abitacolo che è avvenuta la rivoluzione! Sono gli interni infatti a posizionare la nuova Renault Clio 2019 al livello delle vetture di segmento più alto della Losanga francese. Una rivoluzione che prende forma anche grazie all’introduzione di diverse motorizzazioni interessanti, sia benzina che diesel, alle quali in futuro si unirà la versione mild-hybrid.

La nuova Renault Clio, sviluppata sulla piattaforma CMF-B, è stata concepita all’interno dell’alleanza della casa madre francese con Nissan e Mitsubishi. Prevista innanzitutto una base più moderna e leggera, perfettamente compatibile proprio con l’elettrificazione delle meccaniche. Una ventata di aria fresca per il design che è oggi più moderno. Rinnovate le luci fendinebbia, che ritroviamo insieme ai deflettori d’aria con lo scopo di migliorare i flussi diretti sulle ruote anteriori. La nuova generazione prevede inoltre cristalli laterali inclusi, adornati di una decorazione cromata, con linee e nervature più nette e aggressive, cerchi in lega disponibili tra 15 e i 17 pollici e un nuovo diffusore, posizionato sul lato posteriore, che sfocia direttamente sul fascione con colorazione in tinta e un terminale di scarico di forma ovale.

Tuttavia, i cambiamenti più evidenti riguardano proprio gli interni. Su ispirazione di diversi elementi di Mégane e Espace, cambiano innanzitutto forme e qualità dell’abitacolo. Un grande passo avanti sulla scelta dei materiali, luci ambientali, nuovi sedili e più spazio a disposizione, grazie a un bagagliaio capace di arrivare a 391 litri di capienza con i sedili in posizione. Ma la protagonista assoluta dell’innovazione è la infotainment oggi composta da due pannelli: uno centrale, disponibile da 7 o da 9,3 pollici, e uno posizionato dietro al quadro comandi da 7 e da 10 pollici. Grazie alla disponibilità di schermi di maggiori dimensioni e un quadro completamente digitale che può includere le segnalazioni del navigatore GPS, la nuova Clio si avvicina prepotentemente al segmento più alto del mercato. Si presenta così nei suoi cinque allestimenti, in ordine di grandezza in base alla ricchezza degli elementi: Life, Zen, Intens, RS Line e Initiale Paris. Per le flotte aziendali, disponibile anche l’allestimento Business.

Parlando dei motori invece, abbiamo quelli benzina che partono dal piccolo tre cilindri SCe, venduto in potenze da 65 (perfetto per i neopatentati) e 75 Cv. Più potente è il TCe, che arriva fino a 100 Cv, per poi toccare l’apice della potenza con il TCe da 130 Cv. Il cambio manuale è di serie su SCe (5 marce) e TCe (6 marce), mentre sui modelli da 100 e 130 Cv sono disponibili rispettivamente il cambio automatico X-Tronic e l’EDC a sette rapporti. Non mancano ovviamente le versioni diesel, con un Blue dCi disponibile in due versioni di potenza: da 85 e da 115 Cv. Su questi sono disponibili sia il manuale a sei marce che l’automatico a sei rapporti. L’ibrido, che porterà il nome E-Tech, dovrebbe arrivare nel corso del prossimo anno. Sarà un mild-hybrid, come anticipato, con una capacità di mobilità elettrica a zero emissioni tra i 3 e i 5 km, ottenuta rigenerando l’energia frenante della vettura.