Home > About Arval > News > Risultati Arval 2017

Risultati Arval 2017

Risultati Arval 2017

Lunedì, Febbraio 19, 2018

 

Nel corso del 2017, Arval ha continuato la sua espansione geografica, con l’inaugurazione di una nuova filiale in Norvegia, un mercato molto avanzato dal punto di vista delle energie alternative.

 

Durante l’anno, Arval ha inoltre accelerato lo sviluppo delle sue offerte a valore aggiunto, attraverso l’adozione di soluzioni digitali innovative per i fleet manager e i driver e l’arricchimento dei servizi di telematica integrati con Arval Active Link.

 

Allo stesso tempo, Arval ha rinforzato il suo impegno verso la Corporate Social Responsibility, destinando un milione di euro a iniziative a favore della sicurezza stradale nei paesi in cui è presente.

 

Philippe Bismut, CEO di Arval, commenta: “Il 2017 è stato un altro anno di successi ed incoraggianti risultati, che dimostrano l’efficacia della nostra strategia e la qualità e l’impegno dei nostri team. Stiamo presentando offerte innovative che contribuiranno alla trasformazione del mercato e ne velocizzeranno lo sviluppo globale e ci stiamo impegnando sempre più nel proporre soluzioni user friendly e sostenibili, disponibili anche per i collaboratori dei nostri clienti e per i privati”.

 

 

Arval Italia: crescita significativa e lancio di nuovi prodotti e servizi

 

Il 2017 ha rappresentato per Arval Italia un anno di grande crescita.

La flotta di Arval Italia, al 31 dicembre 2017, conta infatti 184.677 veicoli noleggiati, con un incremento rispetto al 2016 di circa il 10%, risultato trainato soprattutto dalle performance del segmento delle piccole e medie imprese e liberi professionisti.

Arval Italia continua quindi un percorso di crescita significativa ottenendo, per il secondo anno consecutivo, incrementi a doppia cifra della propria flotta.

 

“Quello che si è da poco concluso è stato un anno importante per Arval Italia, sia dal punto di vista della crescita della flotta, sia perché, nel corso dell’anno, abbiamo lavorato intensamente allo sviluppo di offerte innovative. Molte di queste, come Arval Car Sharing, sono state testate e lanciate in anteprima sul mercato italiano, precedendo la loro implementazione in tutti i Paesi del Gruppo Arval” dichiara Grégoire Chové, Direttore Generale di Arval Italia.

“Il 2018 – aggiunge Chové – sarà un anno ricco di sfide ambiziose, che vedrà per noi una doppia diversificazione, sia per ciò che concerne il prodotto, sia per quanto riguarda il nostro target di riferimento che, oltre alle aziende, andrà sempre più ad includere soluzioni di mobilità per il mercato dei privati”. 

 

Lancio di offerte innovative

 

In un’ottica di impegno costante per mantenere la sua missione pionieristica, durante la conferenza stampa che si è tenuta a Parigi il 13 febbraio Arval ha annunciato il lancio di cinque offerte innovative, che saranno progressivamente implementate nei paesi Arval.

 

Tra queste, Arval Car Sharing, la soluzione di corporate car sharing che consente alle aziende di massimizzare l’utilizzo dei veicoli in flotta, già lanciato in Italia lo scorso anno, un’innovativa piattaforma digitale dedicata al settore delle riparazioni e  nuovi strumenti digitali destinati ai clienti e driver Arval.

Ai collaboratori delle aziende clienti di Arval, saranno poi messi a disposizione pacchetti di prodotti e servizi dedicati alla mobilità.

Infine, con l’obiettivo di supportare i propri clienti nella transizione verso le energie alternative, grazie ad una partnership internazionale con NewMotion, Renault e Nissan, Arval investirà sullo sviluppo di un’offerta relativa alla mobilità elettrica che sarà disponibile nel 2018 in Francia, Regno Unito, Belgio, Norvegia e Olanda, per poi estendersi ad altri 9 Paesi nella seconda parte dell’anno.

 

 

Philippe Bismut, CEO di Arval, conclude: “La nostra conoscenza ed esperienza, la gamma esclusiva di servizi ad alto valore aggiunto e un andamento positivo del mercato in cui operiamo rappresentano segnali di fiducia che anticipano la crescita significativa nei principali segmenti e aree geografiche per il 2018. In un contesto che si sviluppa così velocemente, i bisogni dei nostri clienti sono in continua evoluzione e credo fortemente che queste offerte innovative, basate sul nostro know-how digitale, aiuteranno i nostri clienti ad affrontare al meglio nuove sfide, contribuendo in maniera decisiva ad una trasformazione sostenibile nel nostro settore”.