Home > About Arval > News > Volkswagen Tiguan My 2016

Volkswagen Tiguan MY 2016: più capiente e più grintosa che mai

Volkswagen Tiguan MY 2016: più capiente e più grintosa che mai

Novità auto
Martedì, Luglio 12, 2016

in collaborazione con Motorionline

Il 2016 è l’anno della nuova Tiguan: il SUV compatto di Volkswagen che si è rinnovato in maniera profonda, cercando di adattarsi ancora di più ai gusti ed alle attese del grande pubblico, che già ne avevano apprezzato le caratteristiche con la prima versione e il suo relativo facelift. Come sempre sviluppato sulla piattaforma MQB di Wolfsburg, il nuovo Tiguan ha puntato soprattutto ad alleggerirsi e a divenire più slanciato e accattivante.

Ecco allora che le sue dimensioni, pur essendo aumentate in lunghezza di 60 mm arrivando fino a 4.486 mm totali, registrano anche un abbassamento del tetto di 33 mm, toccando quindi i 1.632 mm totali. Se a questo si aggiungono anche le tre nuove griglie e lo stile più dinamico, ecco che abbiamo davanti agli occhi il quadro completo. La prova è il coefficiente aerodinamico, capace di toccare un livello di 0.32. Le novità più grandi, però, sono senza dubbio quelle dell’abitacolo. Grazie al passo allungato di 77 mm (2.681 mm totali), i tecnici Volkswagen sono riusciti a ricavare ulteriori 26 mm all’interno della zona abitativa. Questo ha portato naturalmente ad un aumento notevole di spazio per i passeggeri, ma anche di capacità di carico, con una base di 520 litri (+50 rispetto al modello precedente) e la possibilità di toccare i 615 litri semplicemente cambiando il posizionamento dei sedili posteriori.

Numerose novità, che però vengono quasi “oscurate” dal carico di tecnologia presente sull’auto.La nuova Tiguan, infatti, può prima di tutto contare su un sistema di infotainment con un display da ben 8 pollici di diagonale, il cui software promette massima compatibilità con i più diffusi sistemi operativi per smartphone. Il sistema può inoltre essere arricchito da una base di ricarica induttiva per la batteria del telefono, che però a meno di compatibilità particolari dovrà necessariamente montare una cover adatta per funzionare. Sullo schermo dell’infotainment verranno visualizzate anche diverse novità come il 360° Area View per aiutare durante le manovre, oltre che personalizzare le impostazioni di guida ulteriormente selezionabili con il comando 4Motion Active Control posto lungo il tunnel centrale.Tra gli optional di sicurezza vale la pena ricordare anche il Front Assist per la frenata di emergenza, il Lane Assist per il rispetto della corsia, il Fatigue Detention per controllare il proprio livello di affaticamento e lo speciale cofano motore attivo che minimizza il pericolo in caso di impatti con pedoni o ciclisti.

Parlando di motori, in Italia il nuovo Tiguan è commercializzato con due motori a benzina e quattro a gasolio. I primi sono entrambi dei 1.400 TSI, declinati in potenze da 125 e da 150 CV. I diesel, invece, sono dei TDI presenti in varie versioni. Il 1.600 si segnala in particolare in quanto è esclusivo per il mercato italiano ed è in grado di raggiungere i 115 CV di potenza massima. Salendo sui 2.000, troviamo i due TDI da 150 e da 190 CV, anche con trazione integrale 4Motion e cambio automatico DSG a sette rapporti. Il top di gamma, però, è come sempre la versione R-Line, che presenta un 2.000 biturbo BiTDI con ruggito da ben 240 CV.