CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO QUADRO DI LOCAZIONE A MEDIO TERMINE DI VEICOLI SENZA CONDUCENTE


    
VERS. 1.01.05-MC

IMPEGNO ETICO DI ARVAL NEI CONFRONTI DEL CLIENTE

Arval Service Lease Italia S.p.A. a socio unico, di seguito “Arval”, conforma la propria condotta ai principi di trasparenza, affidabilità, responsabilità e qualità. Arval ritiene, infatti, che il suo obiettivo primario sia la creazione di valore per i propri clienti e, per tale motivo, ha adottato un codice etico, consultabile sul sito internet www.arval.it, che esprime l’insieme delle linee di comportamento che attuano i predetti principi nella sua attività.

 
1.    OGGETTO DEL CONTRATTO DI LOCAZIONE A MEDIO TERMINE DI VEICOLO SENZA CONDUCENTE
1.1.    Il contratto di locazione a medio termine di veicolo senza conducente, di seguito il “Contratto”, ha ad oggetto:
a)    la locazione, di seguito, anche, il “noleggio”, a medio termine e cioè per una durata da 1 (uno) a 24 (ventiquattro) mesi, senza conducente, di un veicolo, di proprietà di Arval, munito delle garanzie assicurative di cui all’art. 6.1, ossia della R.C.A. - Responsabilità Civile Autoveicoli, del Ricorso terzi da incendio e della Responsabilità Civile dei trasportati nonché, ove indicato nella proposta di noleggio, delle garanzie di cui all’art. 6.2, ossia della Infortuni del conducente e della Tutela legale (di seguito, tutte insieme e congiuntamente, “Garanzie Assicurative”, ciascuna singolarmente “Garanzia Assicurativa”);
b)    la “Limitazione di responsabilità” a favore del Cliente, a seguito di incendio, furto e danni ulteriori al veicolo, sotto meglio precisata;
c)    la prestazione dei servizi, quali la “Manutenzione e pneumatici”, il “Soccorso stradale e traino”, il “Veicolo sostitutivo”, di seguito i “Servizi”, sotto meglio precisati.
1.2.    In considerazione della particolare natura e della durata del Contratto, diversamente da quanto previsto alla lett. a) del precedente art. 1.1, ad insindacabile giudizio di Arval, il veicolo concesso in noleggio, potrebbe essere, talvolta, di proprietà di un soggetto diverso da Arval medesima, la  quale, tuttavia, provvederà a comunicare tempestivamente tale circostanza al Cliente. Le presenti condizioni generali, ove compatibili, si applicheranno anche al noleggio di detto veicolo, con esclusione di quanto previsto all’art. 17 che prevarrà su ogni altra previsione, avente il medesimo oggetto, delle presenti condizioni generali.

2.    MODALITA’ DI CONCLUSIONE DEL CONTRATTO – CONTENUTO DEL CONTRATTO – DEROGHE/INTEGRAZIONI ALLE CONDIZIONI GENERALI – PREVALENZA
2.1.    Il Contratto s’intenderà concluso ove la proposta di noleggio, sottoscritta dal Cliente, venga accettata da Arval. 
2.2.    Il Cliente, con la proposta di noleggio, potrà richiedere ad Arval di includere o escludere, in tutto o in parte, le Garanzie Assicurative, nonché potrà richiedere ad Arval di escludere, in tutto o in parte, uno o più Servizi e potrà richiedere la prestazione di servizi ulteriori rispetto a quelli specificati al precedente art. 1.1. Ogni eventuale inclusione, esclusione e/o ulteriore richiesta risulterà indicata nella proposta di noleggio. 
2.3.    Arval concederà in noleggio al Cliente, alle presenti condizioni generali, un veicolo della categoria indicata nella proposta di noleggio, nella quale saranno specificate, tra le altre cose, la durata, la percorrenza chilometrica e le condizioni economiche del noleggio, i Servizi ed ogni altro servizio che sarà prestato da Arval. Per categoria del veicolo si intende il gruppo nel quale Arval comprende i veicoli, di simile tipologia e caratteristiche, elencati, a titolo esemplificativo e non esaustivo, nella relativa sezione della proposta di noleggio.   
2.4.    Il Cliente è consapevole di non poter avanzare nei confronti di Arval alcuna eccezione o pretesa, in relazione alla marca, al modello, al tipo, alla versione, alla cilindrata, alla alimentazione del veicolo o alla presenza, o meno, sul medesimo di determinati optional, se non quella di appartenere, effettivamente, ad una categoria inferiore a quella richiesta e pattuita.     
2.5.    Arval, infatti, dietro congruo preavviso e creando il minor disagio possibile al Cliente, senza che quest’ultimo possa avanzare nei confronti della stessa alcuna eccezione o pretesa, in ogni momento ed a proprio insindacabile giudizio, avrà la facoltà di:
a)    consegnare, in noleggio al Cliente, finanche un veicolo di categoria superiore rispetto a quella richiesta e pattuita;      
b)    sostituire il veicolo, concesso in noleggio al Cliente, con altro veicolo appartenente alla medesima categoria richiesta e pattuita o a categoria superiore.   
2.6.    Il veicolo noleggiato, di proprietà di Arval, sarà dotato di dispositivi telematici (anche c.d. “black box”), anche muniti di antenna GPS, di accelerometro e di un sistema GPRS, sui quali Arval avrà attivato, a tutela del proprio patrimonio, alcune funzionalità che consentono alla medesima la rilevazione delle seguenti informazioni:
a)    la posizione geografica del veicolo noleggiato, a seguito di una denuncia di furto o di rapina o di appropriazione indebita del medesimo, o al verificarsi di eventi idonei a legittimare il sospetto che il veicolo sia stato oggetto di furto, di rapina o di appropriazione indebita, che sarà utilizzata da Arval e dalle forze dell’ordine ai fini del recupero dello stesso; 
b)    l’accadimento di eventuali sinistri stradali, con estrazione di un report che consente di ricostruirne la dinamica, e con l’indicazione della posizione geografica del veicolo (nei venti secondi che precedono e nei venti secondi che seguono l’urto), che Arval, in qualità di proprietaria del veicolo, potrà utilizzare in sede di gestione del sinistro, anche ai fini dell’applicazione dei successivi artt. 9, 16.5, 16.6, 16.7 e 16.8; 
c)    la percorrenza chilometrica del veicolo che, con cadenza settimanale, verrà aggiornata automaticamente sui sistemi informatici di Arval, e che quest’ultima, in qualità di proprietaria del veicolo, potrà utilizzare per valutare lo stato dello stesso ai fini manutentivi, nonché per verificare il corretto funzionamento del contachilometri (art.16.4) e le percorrenze chilometriche, sia in relazione alla necessità di eventuali riadeguamenti contrattuali ai sensi dell’art. 15.3, lettera d), sia ai fini della rilevazione, al termine del Contratto, degli eventuali chilometri in eccesso o in difetto rispetto a quelli contrattualmente previsti, ai sensi dell’art. 14.1.1 sia ai fini della prevenzione di eventuali frodi mediante alterazione del chilometraggio del veicolo; 
d)    eventuali anomalie dei dispositivi telematici, che generano una segnalazione al Cliente e/o al conducente, da parte di Arval.
2.7.    La rilevazione delle suddette informazioni è necessaria per Arval (dunque, obbligatoria per il Cliente) in quanto finalizzata, oltre che all’esecuzione degli obblighi contrattuali della stessa ed alla verifica del puntuale adempimento degli obblighi del Cliente, anche alla tutela dei diritti di Arval in caso di reati perpetrati ai danni della medesima. 
2.8.    Le informazioni rilevate tramite le suddette funzionalità saranno trattate esclusivamente da Arval per il perseguimento delle finalità proprie, sopra delineate, e non saranno accessibili al Cliente. Ciò posto, l’attivazione delle suddette funzionalità può comportare il trattamento di dati personali relativi al Cliente e, con riferimento a tale trattamento di dati personali, Arval opererà, quale titolare, nel rispetto delle disposizioni del Regolamento UE 679/2016, General Data Protection Regulation (di seguito, il “GDPR.”) e della vigente normativa italiana in materia di privacy oltre che nei termini indicati nell’informativa, fornita all’atto della sottoscrizione della proposta di contratto quadro di locazione a medio termine di veicoli senza conducente, disponibile sul sito internet www.arval.it.
2.9.    In caso di incompatibilità tra le presenti condizioni generali e le condizioni indicate nella proposta di noleggio, prevarranno le pattuizioni contenute in quest’ultima, limitatamente al noleggio del veicolo oggetto della medesima proposta.
2.10.    Il Cliente ed Arval potranno pattuire, soltanto per iscritto, deroghe e/o integrazioni alle presenti condizioni generali. 

3.    DEPOSITO CAUZIONALE
3.1.    Arval potrà condizionare l’accettazione della proposta di noleggio avanzata dal Cliente, anche, al versamento, da parte di quest’ultimo, di una somma a titolo di deposito cauzionale. Il deposito cauzionale, ove richiesto, dovrà essere versato contestualmente alla presentazione della proposta di noleggio e, ove la stessa venga accettata, sarà trattenuto da Arval allo scopo per il quale è stato richiesto. Il deposito cauzionale si intenderà versato dal Cliente a titolo di garanzia di tutti gli obblighi contrattuali.
3.2.    Nel caso in cui il Contratto, per qualsiasi motivo, cessi prima della sua naturale scadenza ovvero alla naturale scadenza del Contratto, il deposito cauzionale sarà integralmente restituito al Cliente. 

4.    PREASSEGNAZIONE – CONSEGNA DEL VEICOLO – DATA DI INIZIO DEL NOLEGGIO 
4.1.    Nel periodo che intercorre tra l’accettazione della proposta di noleggio da parte di Arval e la consegna del veicolo in noleggio, qualora richiesto dal Cliente e secondo disponibilità, verrà messo a disposizione di quest’ultimo, al costo di volta in volta convenuto, un veicolo in preassegnazione.
4.2.    La data di consegna del veicolo, indicata nella proposta di noleggio, sarà quella nella quale presumibilmente il veicolo sarà disponibile ad Arval per la messa a disposizione in favore del Cliente. Arval comunicherà al Cliente eventuali ritardi nella consegna, rimanendo, tuttavia, espressamente sollevata da ogni responsabilità nel caso in cui si verificassero detti ritardi per cause ad essa non imputabili. Quando il veicolo richiesto sarà disponibile, Arval ne darà comunicazione al Cliente che dovrà procedere al suo ritiro entro i 3 (tre) giorni lavorativi successivi. Il veicolo sarà consegnato nel luogo indicato da Arval o in quello concordato dalle parti. All’atto del ritiro del veicolo, il Cliente sottoscriverà il verbale di consegna alla presenza di un incaricato di Arval. Il ritiro del veicolo da parte del Cliente attesterà il buono stato del medesimo e la conformità dello stesso a quanto riportato nella proposta di noleggio. Eventuali riserve circa lo stato del veicolo dovranno essere avanzate all'atto del ritiro. Il noleggio avrà inizio dal giorno di consegna del veicolo o, qualora il Cliente abbia proceduto a ritirarlo oltre il termine sopra indicato, dal primo giorno in cui il medesimo sia stato messo a sua disposizione.
4.3.    Il Cliente è tenuto a verificare, al momento del ritiro del veicolo, la proprietà del medesimo onde comprendere le norme che ne regolano il noleggio, con particolare riferimento, anche, a quanto previsto all’art. 1.2 delle presenti condizioni generali.     
 
5.    TASSA DI PROPRIETÁ (BOLLO AUTO)
5.1.    Arval provvederà, a proprio onere e cura, al pagamento della tassa di proprietà del veicolo noleggiato di sua proprietà, per tutta la durata del noleggio.
 
6.    GARANZIE ASSICURATIVE 
6.1.    Arval fornirà il veicolo in noleggio munito della garanzia R.C.A. - Responsabilità Civile Autoveicoli per i danni prodotti da circolazione stradale con il massimale indicato nella proposta di noleggio, della garanzia assicurativa Ricorso terzi da incendio e della garanzia assicurativa per la responsabilità civile dei trasportati per i danni involontariamente cagionati, da quest’ultimi, a terzi durante la circolazione stradale, esclusi i danni al veicolo stesso. Sarà esclusivo onere di Arval, e non del Cliente, versare alle imprese assicuratrici le eventuali franchigie con le medesime convenute. 
6.2.    Arval potrà altresì fornire, a richiesta del Cliente:
a)    la garanzia Infortuni del conducente, per gli infortuni occorsi alla guida del veicolo noleggiato e di proprietà di Arval, per i casi e gli importi indicati nella proposta di noleggio;
b)    la garanzia Tutela legale, per le spese legali sostenute in relazione ai sinistri occorsi alla guida del veicolo noleggiato e di proprietà di Arval. 
6.3.    Le condizioni delle Garanzie Assicurative saranno quelle previste dalle polizze che Arval sottoscrive, a tal proposito, con le imprese assicuratrici. Arval metterà a disposizione del Cliente la documentazione informativa relativa a ciascuna Garanzia assicurativa di cui al presente articolo, prima della conclusione del Contratto, nonché metterà a disposizione del Cliente l’estratto di polizza relativo alle Garanzie Assicurative di cui all’art. 6.1, prima o al momento della consegna del veicolo noleggiato. Con la sottoscrizione della proposta di noleggio, il Cliente attesta la presa visione della documentazione informativa relativa a ciascuna Garanzia Assicurativa di cui al presente articolo e, con la sottoscrizione del verbale di consegna del veicolo noleggiato, il Cliente attesta la presa visione dell’estratto di polizza relativo alle Garanzie Assicurative di cui all’art. 6.1. Le integrali condizioni normative di polizza, relative a ciascuna Garanzia Assicurativa scelta dal Cliente, saranno messe a disposizione di quest’ultimo dietro sua semplice richiesta. Nel caso di rinegoziazioni di polizza tra Arval e le imprese assicuratrici, che intervengano in corso di noleggio, Arval metterà prontamente a disposizione del Cliente i nuovi estratti di polizza relativi alle Garanzie Assicurative dal medesimo scelte. Il Cliente, per sua parte, si impegna nei confronti di Arval a prendere conoscenza delle condizioni delle suddette Garanzie Assicurative, e si fa carico di ogni conseguenza relativa alla mancata presa visione. Il Cliente, inoltre, si impegna ad informare il conducente circa l’esistenza delle Garanzie Assicurative di cui il veicolo noleggiato è dotato, e lo rende edotto della relativa documentazione informativa, consegnando altresì al medesimo una copia delle condizioni normative di polizza in caso di sua richiesta. Arval resta sollevata da qualsiasi responsabilità in ordine all’eventuale mancata informativa o mancata consegna della suddetta documentazione dal Cliente al conducente. Nel caso in cui la documentazione informativa sia messa a disposizione in formato elettronico, con la sottoscrizione della proposta di noleggio il Cliente dichiara di essere stato informato del proprio diritto di richiederne ad Arval anche copia cartacea. 
6.4.    Arval, a seguito della denuncia di furto totale o di appropriazione indebita del veicolo noleggiato, anche nell’interesse del Cliente, si preoccuperà di comunicare tale evento all’impresa assicuratrice con la quale sono state stipulate le garanzie di cui all’art. 6.1, di cui il veicolo noleggiato è munito, ai fini della sua immediata cessazione. E’ onere e cura del Cliente verificare che le garanzie di cui all’art. 6.1 siano state nuovamente attivate per il veicolo noleggiato prima della sua messa in circolazione, nel caso in cui lo stesso, a seguito del ritrovamento, venga restituito direttamente al Cliente o comunque rientri, di nuovo, in suo possesso. 
  
7.    LIMITAZIONE DI RESPONSABILITA’ (a seguito di incendio, furto e  danni ulteriori al veicolo) – MANUTENZIONE STRAORDINARIA DA SINISTRO 
7.1.    Il Cliente non risponderà, se non limitatamente all’importo indicato nella proposta di noleggio, dei danni diretti cagionati al veicolo di proprietà di Arval:
7.1.1.    a seguito di incendio e furto, parziali o totali (c.d. “Incendio e furto”);
7.1.2.    a seguito di (c.d. “Danni ulteriori al veicolo”):
a)    collisione con veicoli identificati, urto contro ostacoli fissi, uscita di strada, ribaltamento (c.d. “Danni accidentali”);
b)    eventi naturali ed atmosferici, quali quelli conseguenti a inondazioni, trombe d'aria, caduta di grandine, neve, ghiaccio, pietre, smottamenti, valanghe e slavine (c.d. “Eventi naturali”);
c)    eventi socio politici, quali quelli conseguenti a disordini, scioperi, atti di terrorismo (c.d. “Eventi socio politici”);
d)    atti vandalici (c.d. “Atti vandalici”);
e)    danni ai soli cristalli (c.d. “Cristalli”).
7.2.    Il Cliente, con la proposta di noleggio, potrà richiedere di rispondere, integralmente, di una o più tipologie di danno di cui all’art. 7.1.2, beneficiando della limitazione di responsabilità soltanto:
7.2.1.    a seguito di collisione con veicoli identificati (c.d. “Collisione”);
7.2.2.    a seguito di  “Eventi naturali”;
7.2.3.    per i danni ai soli cristalli (c.d. “Cristalli”).  
7.3.    Arval gestirà le convenzioni e i rapporti con le officine, selezionate su tutto il territorio nazionale, e provvederà al pagamento diretto dei lavori di “manutenzione straordinaria da sinistro”, effettuati dalle stesse, per la riparazione dei danni al veicolo noleggiato per i quali il Cliente benefici della limitazione di responsabilità. Prima di effettuare qualsiasi intervento di manutenzione al veicolo noleggiato di cui Arval dovrà provvedere al pagamento diretto, il Cliente dovrà contattare la stessa per definire modo e luogo di esecuzione del medesimo.

8.    MANUTENZIONE E PNEUMATICI
8.1.    Arval gestirà le convenzioni e i rapporti con le officine, selezionate su tutto il territorio nazionale, e provvederà al pagamento diretto dei lavori di manutenzione, ordinaria e straordinaria conseguente a guasto, effettuati dalle stesse per mantenere il veicolo noleggiato, di sua proprietà, in efficienza, di riparazione e di sostituzione degli pneumatici del veicolo noleggiato, tenendo i relativi costi a proprio carico. Prima di effettuare qualsiasi intervento di manutenzione al veicolo noleggiato, di riparazione o di sostituzione degli pneumatici, di cui Arval dovrà provvedere al pagamento diretto, il Cliente dovrà contattare Arval stessa per definire modo e luogo di esecuzione del medesimo intervento. 
8.2.    Per manutenzione, ordinaria e straordinaria conseguente a guasto, si intende:
a)    tutti gli interventi indicati dal “libretto uso e manutenzione” del veicolo;
b)    tutte le riparazioni e/o sostituzioni, conseguenti a guasto, di quelle parti di ricambio del veicolo che si rendano tecnicamente necessarie, anche in considerazione dei chilometri percorsi;
c)    la revisione, ordinaria e straordinaria, del veicolo e degli eventuali allestimenti speciali.
Per manutenzione, ordinaria e straordinaria conseguente a guasto, comunque, non si intende: la “manutenzione straordinaria da sinistro” per la riparazione dei danni al veicolo derivanti dagli eventi di cui al precedente art. 7.1, la fornitura di carburante, di oli speciali diversi da quelli consigliati dal costruttore, di additivi di qualsiasi tipo, la gonfiatura degli pneumatici con gas diverso dall’aria, la riparazione del veicolo conseguente a guasto causato, o agevolato, da dolo o colpa grave del Cliente o del conducente o di terzi dei quali il Cliente è civilmente tenuto a rispondere ovvero dall’utilizzo di carburanti inquinati o diversi da quelli indicati dal costruttore, il lavaggio esterno e/o interno del veicolo, la lucidatura del veicolo, la riparazione degli interni del veicolo conseguenti a danneggiamento o usura, la fornitura di tappetini al veicolo e la manutenzione ordinaria e straordinaria relativa agli eventuali allestimenti speciali.
8.3.    Per riparazione e sostituzione degli pneumatici si intendono:
a)    la riparazione, a caldo o a freddo, degli pneumatici forati; 
b)    la sostituzione degli pneumatici usurati, con pneumatici aventi tipologie tecniche simili a quelli originariamente montati, dopo una percorrenza minima di 30.000 (trentamila) chilometri o quando i medesimi non hanno più i requisiti minimi stabiliti dalla legge;
c)    la sostituzione degli pneumatici usati di tipo estivo con pneumatici di tipo invernale, e viceversa, nel periodo stagionale di riferimento ed il conseguente stoccaggio (ove opportuno) degli pneumatici sostituiti.   
8.4.    Laddove vi sia un’oggettiva impossibilità di mettersi in contatto con Arval ed in caso di assoluta necessità, il Cliente, in deroga a quanto stabilito nell’art. 8.1, potrà provvedere direttamente a far effettuare le operazioni di manutenzione, ordinaria e straordinaria conseguente a guasto e la riparazione e sostituzione degli pneumatici, comunque necessarie al veicolo, fino all’importo indicato nella proposta di noleggio, per ogni singola operazione, saldandone personalmente il relativo costo. Il rimborso del costo sostenuto sarà effettuato da Arval su presentazione del giustificativo dell’operazione e della relativa fattura, che dovrà essere intestata ad Arval Service Lease Italia S.p.A. a socio unico, Via Pisana 314/B, Scandicci (FI), P.IVA 04911190488, e debitamente quietanzata, purché la stessa venga inoltrata entro 30 (trenta) giorni dalla data della relativa manutenzione. In difetto di quanto sopra specificato, il suddetto costo non potrà essere rimborsato.
8.5.    In relazione alla prestazione del Servizio di cui al presente articolo, Arval potrà utilizzare, anche, le informazioni rilevate mediante le funzionalità di cui all’art. 2.6.

9.    SOCCORSO STRADALE E TRAINO
9.1.    Arval si preoccuperà di organizzare il traino del veicolo noleggiato, di sua proprietà, al più vicino punto di assistenza oppure, se del caso, piccoli interventi d'urgenza, tenendo i relativi costi a proprio carico, qualora, in seguito a guasto, sinistro stradale, furto o incendio parziale, verificatosi in Italia o all'estero, il veicolo risulti danneggiato in modo tale da non essere in condizioni di marciare.
9.2.    Nel caso in cui il predetto guasto, sinistro stradale, furto o incendio parziale, si verifichi fuori dall’Italia, comunque in paesi dove è presente Arval, e la riparazione non possa essere effettuata entro 3 (tre) giorni lavorativi, Arval provvederà, a proprie spese, al rimpatrio del veicolo.
9.3.    In relazione alla prestazione del Servizio di cui al presente articolo, Arval potrà utilizzare, anche, le informazioni rilevate mediante le funzionalità di cui all’art. 2.6. 

10.    VEICOLO SOSTITUTIVO
10.1.    Arval metterà a disposizione del Cliente, compatibilmente con la disponibilità dei propri fornitori e durante gli orari di apertura dei medesimi, un veicolo sostitutivo di quello noleggiato, di sua proprietà, nei casi qui di seguito indicati, tenendo i relativi costi a proprio carico:
a)    guasto, incidente stradale, incendio parziale, furto parziale o tentato furto del veicolo noleggiato, che renda impossibile l’utilizzo del medesimo per un periodo superiore alle 8 (otto) ore lavorative;
b)    furto totale o incendio totale del veicolo noleggiato;
c)    intervento di manutenzione ordinaria periodica (c.d. tagliando), indicata dal “libretto uso e manutenzione”, del veicolo noleggiato, con fermo tecnico superiore alle 8 (otto) ore lavorative;
d)    “Sinistro o guasto grave” così come definito all’art. 12.2.
10.2.    La categoria del veicolo sostitutivo sarà la stessa di quella del veicolo in noleggio e la durata di utilizzo del medesimo sarà indicata nella proposta di noleggio.
10.3.    Arval addebiterà al Cliente il costo relativo all'utilizzo del veicolo sostitutivo oltre i termini suddetti, compreso il caso in cui, successivamente a qualsiasi intervento di manutenzione, il veicolo noleggiato fosse di nuovo disponibile al Cliente, ma lo stesso non venisse ritirato, dal luogo dove si trova depositato, entro le 24 ore successive al suo approntamento.    
10.4.    Il servizio “Veicolo sostitutivo” sarà erogato in Italia ovvero, ove espressamente indicato nella proposta di noleggio, anche nei paesi europei dove è presente Arval, per la durata e nei casi indicati in quest’ultima.  
10.5.    Il Cliente è tenuto a riconsegnare il veicolo sostitutivo presso la sede del fornitore ove lo stesso è stato prelevato. In caso contrario, Arval addebiterà al Cliente i costi sostenuti per le operazioni di restituzione del veicolo.
 
11.    PROROGA DEL NOLEGGIO 
11.1.    Su richiesta del Cliente, avanzata in forma scritta almeno 7 (sette) giorni prima della scadenza del noleggio, Arval, a suo insindacabile giudizio, potrà accettare di prorogarne la durata alle stesse condizioni, salvo quanto diversamente pattuito, di volta in volta, tra le parti. 
11.2.    Peraltro, scaduto il termine del noleggio, se il Cliente continui a detenere il veicolo ed Arval non ne chieda la restituzione, il Contratto si intenderà prorogato di mese in mese alle stesse condizioni e con proporzionale aumento della percorrenza. 

12.    INTERRUZIONE ANTICIPATA DEL CONTRATTO – DIRITTO DI RECESSO DEL CLIENTE E DI ARVAL 
12.1.    Fermo quanto previsto al successivo art. 18, il Cliente potrà richiedere in ogni momento, con un preavviso di 7 (sette) giorni, di interrompere anticipatamente il Contratto. Ove il Cliente si avvalga del predetto diritto, il medesimo dovrà corrispondere ad Arval, fatta eccezione per l’ipotesi di cui all’art. 12.4, a titolo di prezzo del recesso anticipato dal Contratto:
a)    qualora la richiesta di interruzione anticipata pervenga ad Arval entro e non oltre il secondo giorno lavorativo antecedente alla data convenuta per la consegna del veicolo, l’importo di Euro 250,00 (Euro duecentocinquanta/00);
b)    qualora la richiesta di interruzione anticipata pervenga ad Arval dopo il secondo giorno lavorativo antecedente alla data convenuta per la consegna del veicolo, l’importo specificato nella proposta di noleggio.   
12.2.    Arval ed il Cliente, senza corrispondere alcun importo a titolo di prezzo del recesso anticipato dal Contratto, avranno facoltà di interrompere anticipatamente il Contratto, mediante comunicazione scritta da inviarsi ai rispettivi recapiti, in caso di sinistro o guasto grave, cioè quando il costo delle riparazioni al veicolo superi il 40% (quaranta per cento) del valore di mercato del medesimo prima del sinistro (secondo il valore riportato da Eurotax Giallo). La stima del danno al veicolo verrà effettuata da un officina o da una carrozzeria di primaria importanza gradita ad Arval ovvero da un perito designato dalla stessa. Qualora, a seguito del recesso di Arval, il Cliente chieda un nuovo veicolo in noleggio, le condizioni contrattuali e i canoni applicati allo stesso saranno quelli in vigore al momento della richiesta.
12.3.    Il Cliente godrà, in ogni momento, del diritto di recedere anticipatamente dal Contratto, senza corrispondere alcun importo a titolo di prezzo del recesso, nel caso in cui l'adeguamento del canone comunicato ed effettuato da Arval, ai sensi dell’art. 15.3, si concretizzi in un aumento eccessivamente elevato del canone originariamente convenuto.
12.4.    In ogni caso, ove il Cliente o Arval si avvalgano del suddetto diritto di recesso, il Cliente dovrà corrispondere ad Arval, anche, l’importo risultante dall’applicazione di quanto disposto all’art. 14.1.1 per l’eventuale eccedenza chilometrica in relazione alla percorrenza pro-rata ricavata dal chilometraggio indicato nella proposta di noleggio e ricondotto all’effettivo periodo di noleggio.
12.5.    Il Cliente non sarà tenuto al pagamento dell’importo di cui all’art 12.1, qualora la richiesta di interrompere anticipatamente il Contratto sia avanzata dal Cliente contestualmente alla sottoscrizione, da parte del medesimo, di una nuova proposta di noleggio avente ad oggetto un veicolo appartenente ad una differente categoria, inferiore ovvero superiore, rispetto a quella alla quale appartiene il veicolo oggetto del Contratto ed a condizione che la predetta proposta sia accettata da Arval.

13.    CLAUSOLE RISOLUTIVE ESPRESSE
13.1.    Arval si riserva il diritto di risolvere unilateralmente e senza alcun preavviso, ai sensi dell’art. 1456 c.c., a mezzo di dichiarazione, il Contratto e/o qualsiasi altro contratto di noleggio di veicolo senza conducente, stipulato dal Cliente con la medesima Arval e regolato dalle presenti condizioni generali, nei seguenti casi: 
a)    mancato pagamento o pagamento parziale, da parte del Cliente, alla scadenza del termine convenuto, di qualsiasi somma dovuta ad Arval in dipendenza del Contratto;
b)    mancato versamento, da parte del Cliente, del deposito cauzionale previsto nella proposta di noleggio;
c)    mancato ritiro, da parte del Cliente, del veicolo oggetto del Contratto, entro i 7 (sette) giorni successivi alla data di messa a disposizione del medesimo da parte di Arval di cui all’art. 4.2; 
d)    mancato rispetto, da parte del Cliente o da parte di coloro ai quali è stata concessa la disponibilità del veicolo stesso, di uno o più obblighi previsti dall'art. 16 delle presenti condizioni generali;
e)    fermo amministrativo, sequestro e confisca del veicolo noleggiato da Arval al Cliente, determinati da dolo o colpa del Cliente stesso o di coloro ai quali è stata concessa la disponibilità del veicolo medesimo;
f)    sottomissione del Cliente a procedure esecutive;
g)    decesso del Cliente. 
13.2.    Nel caso in cui Arval si avvalga del predetto diritto, il Cliente dovrà:
a)    restituire immediatamente ad Arval ogni veicolo oggetto di noleggio senza conducente, il cui Contratto è stato risolto;
b)    versare immediatamente ad Arval qualsiasi eventuale importo precedentemente dovuto e non versato, oltre ad ogni relativo onere accessorio; 
c)    versare immediatamente ad Arval, con la sola eccezione dei casi di cui ai precedenti punti 13.1, lett. f) e 13.1, lett. g), l’importo indicato nella proposta di noleggio a titolo di prezzo del recesso anticipato dal Contratto; 
d)    versare immediatamente ad Arval l’importo risultante dall’applicazione di quanto disposto all’art. 14.1.1 per l’eventuale eccedenza chilometrica in relazione alla percorrenza pro-rata ricavata dal chilometraggio indicato nella proposta di noleggio e ricondotto all’effettivo periodo di noleggio;
e)    versare ad Arval, a titolo di penale contrattuale, con la sola eccezione dei casi di cui ai precedenti punti 13.1, lett. f) e 13.1, lett. g), un importo pari a 1 (una) mensilità del canone di noleggio indicato nella proposta di noleggio per il veicolo noleggiato oggetto di risoluzione contrattuale, salva la risarcibilità del danno ulteriore.
13.3.    La tolleranza, da parte di Arval, di qualsiasi inadempimento del Cliente, non comporterà la decadenza della medesima dal diritto di eccepirlo, anche successivamente, di sospendere l'esecuzione del Contratto o di risolvere lo stesso, a causa di detto o altro inadempimento.

14.    RESTITUZIONE DEL VEICOLO – KM IN ECCESSO/DIFETTO – MANCATA RESTITUZIONE DEL VEICOLO
14.1.    Al venir meno del Contratto, per scadenza, risoluzione anticipata, recesso, ecc., il Cliente dovrà restituire ad Arval il veicolo nel luogo da quest'ultima indicato. Al momento della restituzione, il veicolo dovrà essere corredato di tutti i documenti, a suo tempo, consegnati da Arval (quali ad esempio, la carta di circolazione, ecc.), di tutte le chiavi fornite, della tessera magnetica/trasponder e dovrà trovarsi nello stato in cui era al momento della consegna, salvo tenere conto dell'usura determinata dall'utilizzo conforme alle previsioni del Contratto. Al momento della restituzione verrà redatto un documento, denominato “Verbale di restituzione”, attestante, tra le altre cose, lo stato, le condizioni, la percorrenza chilometrica rilevata dalla lettura del contachilometri, regolarmente funzionante, e la data di restituzione del veicolo. Tale verbale sarà redatto da un incaricato di Arval in presenza del Cliente o di un suo delegato e costituirà la base documentale per stimare successivamente, tenuto conto delle informazioni rilevate mediante le funzionalità di cui all’art. 2.6:
14.1.1.    l’effettiva percorrenza chilometrica totale del veicolo nel periodo contrattuale. Se verrà riscontrata una differenza di percorrenza rispetto al chilometraggio contrattualmente previsto pro-rata, i chilometri in eccesso saranno addebitati al Cliente secondo quanto indicato nella proposta di noleggio. Stanti le peculiarità del noleggio, eventuali chilometri in difetto, invece, non saranno stornati o, comunque, rimborsati al Cliente; 
14.1.2.    l’ammontare di eventuali danni, c.d. “extra usura”, riscontrati sul veicolo, cioè dei danni non correlati alla normale usura determinata dall'utilizzo conforme alle previsioni del Contratto (saranno ritenuti tali, anche, i danni riscontrati sul veicolo, per i quali avrebbe operato la “Limitazione di responsabilità” contrattualmente convenuta, non denunciati ad Arval nei termini contrattualmente previsti), che sarà addebitato al Cliente a titolo di risarcimento. 
14.2.    Nel caso in cui Arval, alla scadenza naturale, anticipata o prorogata del Contratto, e comunque in caso di risoluzione o di recesso, abbia richiesto la restituzione del veicolo e lo stesso non venga restituito per qualsiasi causa, anche non imputabile al Cliente, la stessa addebiterà al Cliente, con la periodicità stabilita per il canone, un importo equivalente al canone di noleggio ed, al perdurare della mancata restituzione, potrà richiedere, ed il Cliente dovrà provvedere, al pagamento di una somma pari alla valutazione commerciale del veicolo, indicata nella pubblicazione Eurotax Giallo in vigore al momento della richiesta di restituzione, a titolo di penale contrattuale, salvo il maggior danno. Quanto sopra, ovviamente, in aggiunta a quanto già dovuto, e non corrisposto, dal Cliente ad Arval, a titolo di corrispettivi, penali, risarcimento, indennizzo o quant’altro.

15.    CANONE – MODALITÀ DI PAGAMENTO
15.1.    Il canone di noleggio, la cui periodicità è stabilita nella proposta di noleggio, sarà costituito dalla somma dei corrispettivi dovuti ad Arval per il noleggio del veicolo, per la “Limitazione di responsabilità”, per la prestazione dei Servizi indicati nella proposta di noleggio e per la prestazione dei servizi ulteriori eventualmente convenuti tra le parti. Il Cliente ed Arval si danno reciprocamente atto che, nel concordare l'ammontare del canone, si terrà conto anche della durata del noleggio e del chilometraggio previsto per la suddetta durata.
15.2.    Il Cliente si impegna a corrispondere ad Arval, alle scadenze convenute, il canone di noleggio ed ogni altro importo dovutole in virtù delle presenti condizioni generali, delle eventuali deroghe/integrazioni alle medesime e di quanto eventualmente previsto nella proposta di noleggio. 
15.3.    L'importo del canone resterà invariato per tutta la durata del Contratto, salvo i casi di:
a)    variazione di norme legislative, quali anche quelle di natura fiscale, tributaria, ecc., che dovessero costringere Arval, in qualunque momento, a sostenere oneri ulteriori inerenti la proprietà ed il noleggio del veicolo;
b)    variazione tariffarie delle imprese assicuratrici in relazione alle coperture assicurative inerenti il veicolo noleggiato;
c)    elevata frequenza degli eventi di cui all’art. 7.1, dai quali sono conseguiti i danni per i quali il Cliente abbia beneficiato della “Limitazione di responsabilità” (per elevata frequenza s’intende una frequenza maggiore di quella media, verificata, per il medesimo periodo di riferimento, sull’intero parco auto noleggiato di proprietà di Arval);
d)    maggiore o minore percorrenza chilometrica rispetto a quella prevista nella proposta di noleggio. Infatti, se durante il noleggio del veicolo, sulla base di verifiche periodiche, effettuate anche mediante le funzionalità di cui all’art. 2.6, dovesse essere constatata una sostanziale differenza di percorrenza rispetto a quella contrattuale pro-rata, Arval provvederà, nei casi opportuni, a comunicare la situazione al Cliente e la medesima avrà la facoltà di effettuare un ricalcolo economico che, tenendo conto dell’utilizzo e della percorrenza del veicolo, produrrà una variazione dei restanti canoni. 
In tutti i casi suddetti, salvo che nel caso previsto all’art. 15.3, lett. d), l'adeguamento del canone sarà comunicato al Cliente ed effettuato unilateralmente da Arval. 
15.4.    Il canone di noleggio è dovuto per tutta la durata del Contratto anche qualora il veicolo venga sequestrato, confiscato, sottoposto a fermo amministrativo o non possa essere utilizzato per qualsiasi altra causa non imputabile esclusivamente ad Arval ferma la prestazione, da parte di quest’ultima, dei Servizi convenuti con il Cliente in conformità delle presenti condizioni generali.
15.5.    Il Cliente non potrà pretendere da Arval alcuno sconto, riduzione del canone, proroga del Contratto, risoluzione o scioglimento contrattuale o risarcimento dei danni, ecc., in caso di mancato utilizzo del veicolo per soste necessarie alla sua manutenzione ordinaria o derivante da guasto o da sinistro, ecc. ferma la prestazione, da parte di Arval, dei Servizi convenuti con il Cliente in conformità delle presenti condizioni generali.
15.6.    Il Cliente:
a)    ove non abbia già rilasciato, in favore di Arval, un’autorizzazione permanente all'addebito diretto in conto corrente (mandato SDD - “SEPA Direct Debit”) contestualmente alla sottoscrizione di un preesistente contratto quadro di locazione di veicoli senza conducente o di un contratto relativo alla gestione di flotte aziendali – rilascerà, contestualmente alla firma della proposta di contratto quadro di locazione a medio termine di veicoli senza conducente, un’autorizzazione permanente all'addebito diretto in conto corrente (mandato SDD - “SEPA Direct Debit”), regolarmente compilata e sottoscritta, affinché Arval possa prelevare dal conto corrente medesimo tutte le somme dovutegli in forza del Contratto. 
b)    ove abbia già rilasciato, in favore di Arval, un’autorizzazione permanente all'addebito diretto in conto corrente (mandato SDD - “SEPA Direct Debit”) contestualmente alla sottoscrizione di un preesistente contratto quadro di locazione di veicoli senza conducente o di un contratto relativo alla gestione di flotte aziendali, autorizza Arval a prelevare dal conto corrente medesimo, altresì, tutte le somme dovutegli in forza del Contratto. 
Il canone di noleggio sarà dovuto, dal Cliente ad Arval, il primo giorno del mese successivo alla data di emissione della relativa fattura. 
Arval si impegna a fatturare in anticipo onde permettere al Cliente di ricevere la fattura in tempo utile rispetto alla data stabilita per il pagamento. Ogni altro importo dovuto dovrà essere corrisposto ad Arval il primo giorno del mese successivo alla data di emissione della relativa fattura. In caso di mancato pagamento, anche parziale, da parte del Cliente di qualsiasi importo dovuto ad Arval, saranno riconosciuti a quest’ultima, oltre all'importo dovuto, gli interessi di legge.

16.    DIRITTI, OBBLIGHI E RESPONSABILITÀ DEL CLIENTE 
16.1.    Il Cliente dovrà condurre, utilizzare e custodire il veicolo noleggiato da Arval con la diligenza del buon padre di famiglia. Il Cliente, se non previa autorizzazione scritta di Arval, potrà condurre il veicolo noleggiato esclusivamente nei paesi membri dell'Unione Europea, in Svizzera, nella Repubblica di San Marino, nel Principato di Monaco e nello Stato della Città del Vaticano.    
16.2.    Il Cliente non potrà sublocare il veicolo noleggiato, né potrà costituirlo in garanzia sotto qualsiasi forma.
16.3.    Il Cliente, fin da adesso, garantisce ad Arval che tutti coloro che si porranno alla guida del veicolo noleggiato sono a ciò abilitati ai sensi di legge. Il Cliente si impegna, nei confronti di Arval, a far rispettare quanto contenuto nelle presenti condizioni generali, nelle eventuali deroghe e/o integrazioni alle medesime, in leggi o regolamenti, anche a coloro ai quali concederà la disponibilità del veicolo nonché a risarcire Arval di ogni danno cagionatole anche dai predetti soggetti in conseguenza della mancata osservanza di quanto contenuto nelle presenti condizioni generali, nelle eventuali deroghe e/o integrazioni alle medesime, in leggi o regolamenti ovvero di qualsiasi altro danno cagionatole da coloro ai quali concederà la disponibilità del veicolo.
16.4.    Il Cliente è responsabile del buon funzionamento del contachilometri e si impegna a comunicare immediatamente ad Arval ogni eventuale guasto o anomalia dello stesso ed a provvedere o a far provvedere, entro il più breve tempo possibile, alla sua riparazione. Per la verifica del puntuale adempimento degli obblighi del Cliente, Arval utilizzerà, anche, le informazioni rilevate mediante le funzionalità di cui all’art. 2.6.
16.5.    Ogni qual volta il veicolo rimanga coinvolto in un sinistro stradale con terze parti, il Cliente dovrà inviare ad Arval copia scan della “Constatazione amichevole di incidente - Denuncia di sinistro”, compilata in ogni sua parte e validamente sottoscritta dal conducente, oppure copia scan della puntuale dichiarazione di quanto avvenuto, recante tutte le informazioni previste dalla “Constatazione amichevole di incidente - Denuncia di sinistro” e validamente sottoscritta dal conducente. I documenti suddetti, con l'eventuale documentazione fotografica e le eventuali informazioni aggiuntive, dovranno essere trasmessi dal Cliente ad Arval entro i 3 (tre) giorni successivi alla data dell'evento. Il Cliente ha l’obbligo di conservare l’originale della “Constatazione amichevole di incidente - Denuncia di sinistro”, ovvero della puntuale dichiarazione di quanto avvenuto, per almeno 2 (due) anni dalla data di accadimento del sinistro, e di trasmetterlo ad Arval dietro sua semplice richiesta. Qualora si verificasse un ritardo o in caso di mancata, o parziale, trasmissione dei documenti e delle informazioni suddette, Arval potrà addebitare al Cliente il danno subito in conseguenza delle citate inadempienze. Ogni qual volta il veicolo subisca danni derivanti dagli eventi di cui al precedente art. 7.1 non conseguenti a sinistro con terze parti, il Cliente dovrà inviare ad Arval, in via telematica, una puntuale dichiarazione di quanto avvenuto. In caso di furto o incendio, il Cliente dovrà inviare ad Arval anche l’originale della denuncia sporta presso la Pubblica Autorità. I documenti suddetti, con l'eventuale documentazione fotografica e le eventuali informazioni aggiuntive, dovranno essere trasmessi dal Cliente ad Arval entro i 3 (tre) giorni successivi alla data dell'evento, e comunque prima di ogni eventuale riparazione, pena la inoperatività della limitazione di responsabilità. Non sarà ritenuta valida la denuncia cumulativa di più sinistri o danni verificatisi in eventi diversi. Resta fermo, in ogni caso, l’utilizzo da parte di Arval anche delle informazioni rilevate mediante le funzionalità di cui all’art. 2.6, anche ai fini dei successivi artt. 16.6, 16.7 e 16.8.
16.6.    Il Cliente sarà tenuto a versare ad Arval la somma indicata nella proposta di noleggio, a titolo di penale contrattuale, ai sensi e per gli effetti dell’art. 1382 del Codice Civile, per ogni sinistro, conseguente alla violazione dell’obbligo di usare il veicolo noleggiato con la diligenza del buon padre di famiglia, da cui derivi un danno ad Arval. Tale importo sarà addebitato al Cliente al ricevimento della denuncia di sinistro o in caso di richiesta danni da parte di terzi.
16.7.    Il Cliente sarà tenuto a versare ad Arval la somma indicata nella proposta di noleggio, a titolo di penale/indennizzo, ogni qual volta il veicolo subisca danni derivanti dagli eventi di cui al precedente art. 7.1. Tale importo non sarà dovuto nel solo caso in cui il danno sarà risultato totalmente risarcito da terzi in via stragiudiziale. Qualora, poi, l’ammontare del danno risulti di importo inferiore a quello versato a titolo di penale/indennizzo, al Cliente sarà restituita una somma pari alla loro differenza.
16.8.    Il Cliente sarà chiamato a rispondere integralmente, verso Arval, della perdita del veicolo noleggiato conseguente ad appropriazione indebita, anche ove compiuta da soggetti terzi ai quali il Cliente ha concesso in utilizzo il medesimo, e dei danni al veicolo derivanti dagli eventi di cui al precedente art. 7.1, ove i predetti siano: 
a)    cagionati, o agevolati, da dolo o colpa grave del Cliente o del conducente o di terzi dei quali il Cliente è civilmente tenuto a rispondere;
b)    occorsi in conseguenza di atti di guerra, insurrezioni, occupazioni militari, eruzioni vulcaniche, terremoti, uragani, alluvioni, sviluppo comunque insorto, controllato o meno, di energia nucleare o di radioattività; 
c)    occorsi fuori dai paesi membri dell'Unione Europea, dalla Svizzera, dalla Repubblica di San Marino, dal Principato di Monaco o dallo Stato della Città del Vaticano;
d)    occorsi ai teloni di copertura di autocarri e motocarri, a meno che non siano conseguenti a furto/rapina totale del veicolo o urto contro ostacoli, ribaltamento e uscita di strada, durante la circolazione;
e)    causati da fenomeni elettrici senza sviluppo di fiamma; 
f)    verificatisi in occasione di attività illecita del Cliente o di chiunque da esso incaricato all'utilizzo, riparazione o custodia del veicolo;
g)    cagionati da materiali o animali trasportati sul veicolo e da operazioni di carico e/o scarico dal o sul medesimo; 
h)    subiti a causa diretta di manovre a spinta o a mano o di traino che non riguardino roulotte o rimorchi agganciati a norma del Codice della Strada;
i)    consistenti in semplice rottura, difetto, o logorio interno all’abitacolo, se non avvenuti in conseguenza di collisione con altri veicoli, urto contro ostacoli, ribaltamento, uscita di strada durante la circolazione, occorsi a loghi o altre scritte autoadesive poste sul veicolo;
j)    da allagamento conseguente a precipitazioni atmosferiche; 
k)    riportati dalle ruote (cerchioni, coperture e camere d'aria) se non verificatisi congiuntamente a danni ad altre parti del veicolo;
l)    avvenuti con conducente non abilitato a norma delle disposizioni di legge vigenti o in stato di ebbrezza o di alterazione psichica determinata da uso di sostanze stupefacenti, quando il fatto sia stato sanzionato ai sensi degli artt. 186 (Guida sotto l'influenza dell'alcool) o 187 (Guida sotto l'influenza di sostanze stupefacenti) del D.Lgs. 30/4/92 n. 285 (Codice della Strada), relativo Regolamento e successive modifiche;
m)    subiti dal veicolo noleggiato sottoposto a sequestro, fermo amministrativo, o comunque a disposizione delle Pubbliche Autorità; 
n)    avvenuti durante la circolazione fuori dai tracciati stradali e carrabili, salvo il caso di uscita di strada accidentale.
16.9.    Il Cliente sarà chiamato a rispondere integralmente verso Arval dei danni conseguenti a furto, perdita o deterioramento della carta di circolazione o di altra documentazione del veicolo, delle targhe o di una o più chiavi del veicolo, della tessera magnetica/trasponder e dei relativi costi, spese ed oneri necessari alla fornitura, reintegrazione e ripristino di quanto di cui sopra, oggetto di furto, perdita o distruzione, non rientrando tali casi, per la loro stessa natura, tra quelli per i quali opera la “Limitazione di responsabilità”.
16.10.    Il Cliente sarà tenuto a comunicare ad Arval, per iscritto e nell’immediatezza, tutte le variazioni di indirizzo del suo domicilio o della sua residenza. In caso di mancata comunicazione della variazione di indirizzo, Arval avrà la facoltà di attivare le funzionalità di cui all’art 2.6 ove vi sia il sospetto che il veicolo sia stato oggetto di appropriazione indebita.
16.11.    Il Cliente, sempre che ciò sia consentito da leggi e/o regolamenti, potrà apporre scritte sul veicolo purché queste ultime siano asportabili senza danno per il medesimo; gli oneri derivanti da eventuali ripristini saranno a carico del Cliente.
16.12.    Il Cliente, previa autorizzazione scritta di Arval, potrà procedere all’installazione di equipaggiamenti, accessori e componenti omologati. Il Cliente sarà responsabile della loro corretta installazione e della loro rispondenza alle leggi vigenti; sosterrà inoltre gli eventuali costi dei ripristini e del veicolo sostitutivo.
16.13.    Il Cliente dovrà prendere conoscenza delle condizioni, delle coperture assicurative e delle eventuali clausole di limitazione di responsabilità del veicolo concessogli da Arval in preassegnazione, o quale veicolo sostitutivo, facendo particolare attenzione ai massimali assicurati per la responsabilità civile, alle franchigie assicurative, ai danni di cui dovrà rispondere, ecc. Il predetto veicolo, infatti, beneficerà delle condizioni assicurative e contrattuali previste nel contratto stipulato di volta in volta da Arval con il fornitore del medesimo e non di quelle di cui alle presenti condizioni generali. Il ritiro del veicolo sostitutivo o in preassegnazione da parte del Cliente, o di suo delegato, attesterà la presa visione e l’accettazione da parte del medesimo delle condizioni e coperture assicurative di cui è dotato nonché delle eventuali clausole di limitazione di responsabilità. 
16.14.    Il Cliente, ogni qualvolta il veicolo necessiti di un intervento di manutenzione, in fattiva collaborazione con le officine, dovrà contribuire al buon esito dell’intervento stesso. Arval fornirà al Cliente la massima collaborazione per risolvere gli inconvenienti da quest’ultimo lamentati.
16.15.    Il Cliente sarà tenuto a mettere a disposizione di Arval il veicolo noleggiato, concordando con quest’ultima le modalità dell’operazione, nel caso in cui la medesima, anche nell’interesse e per la sicurezza del Cliente stesso, richieda di verificarne lo stato e le condizioni e ad effettuare, tempestivamente, le verifiche e/o gli interventi a seguito di richiami tecnici del costruttore.
16.16.    Il Cliente, in caso di furto totale o incendio totale del veicolo, rimarrà obbligato al pagamento del canone fino ai 30 (trenta) giorni successivi alla data della denuncia alle competenti autorità, denuncia il cui originale, unitamente a tutte le chiavi del veicolo ed all’eventuale tessera magnetica/trasponder forniti al momento della consegna dello stesso, dovrà essere tempestivamente trasmessa ad Arval, a mezzo di raccomandata A.R. o corriere assicurato. In caso di mancata restituzione di tutte le chiavi del veicolo noleggiato e della tessera magnetica/trasponder nei termini suddetti, il Cliente dovrà versare ad Arval, a titolo di penale contrattuale, una somma pari alla valutazione commerciale del veicolo, riportata da Eurotax Giallo al momento del furto totale o incendio totale, oltre al valore degli optional e degli eventuali allestimenti, salvo il risarcimento del maggior danno. Nel caso di furto totale, ove il veicolo sia ritrovato nel termine di 30 (trenta) giorni dalla data della denuncia, Arval avrà la facoltà di restituirlo al Cliente, addebitandogli ogni costo sostenuto per il suo recupero; diversamente, ovvero in caso di incendio totale, il Contratto si intenderà risolto, ferma l'applicazione dell'art. 14.1.1 nel caso di eccedenza chilometrica pro-rata. In caso di furto totale o incendio totale determinato o agevolato da dolo o colpa grave del Cliente o di coloro ai quali il medesimo ha dato la disponibilità del veicolo, e, comunque, in tutti quei casi in cui il Cliente non possa beneficiare della “Limitazione di responsabilità”, Arval avrà il diritto di rivalersi integralmente sul Cliente stesso per il danno subito in conseguenza della perdita (o diminuzione di valore) del veicolo (si terrà di conto della valutazione commerciale del veicolo, riportata da Eurotax Giallo al momento del furto o dell’incendio, oltre al valore degli optional e degli eventuali allestimenti). Qualora il Cliente richieda in noleggio un nuovo veicolo, le condizioni contrattuali ed il canone saranno quelli in vigore al momento della richiesta.
16.17.    I verbali di contravvenzione, eventualmente notificati ad Arval per tutte le infrazioni alla normativa sulla circolazione stradale, su richiesta di quest’ultima, saranno notificati al Cliente dall’autorità competente. Arval addebiterà al Cliente, per l’attività di gestione delle suddette pratiche finalizzate alla notifica o di comunicazione alle autorità richiedenti i dati del locatario, l’importo indicato nella proposta di noleggio. 
16.18.    Le richieste di pagamento, eventualmente, effettuate ad Arval per i pedaggi autostradali, su richiesta di quest’ultima, saranno notificate al Cliente dai soggetti competenti. Arval addebiterà al Cliente, per l’attività di gestione delle suddette pratiche finalizzate alla notifica o di comunicazione ai soggetti richiedenti i dati del locatario, l’importo indicato nella proposta di noleggio. 
16.19.    Il Cliente potrà cedere il Contratto, previa accettazione scritta da parte di Arval, con l’addebito, da parte di quest’ultima, dei costi di gestione pratica per l’importo indicato in proposta di noleggio. Tale somma sarà addebitata anche a chi, eventualmente, subentrerà nel Contratto per effetto di legge. Arval potrà cedere il Contratto, dopo averne preventivamente informato il Cliente e purché non risulti diminuita la tutela dei diritti del Cliente medesimo.
16.20.    Il Cliente è obbligato, per tutta la durata del Contratto, ad informare tempestivamente Arval di ogni variazione del proprio stato giuridico, civile o patrimoniale potenzialmente idonea ad incidere negativamente sulla propria capacità di adempiere correttamente alle obbligazioni derivanti dal Contratto (quali, a titolo meramente esemplificativo, il cambio o la perdita del lavoro, l’accensione di un mutuo, la richiesta di un finanziamento, etc.).
16.21.    In relazione al trattamento dei dati personali dei soggetti autorizzati dal Cliente ad utilizzare il veicolo noleggiato, Arval si impegna a conformarsi alle disposizioni del GDPR e della vigente normativa italiana in materia di privacy e ad adempiere a tutti gli obblighi ivi previsti relativamente alle attività ed operazioni di trattamento connesse o occasionate dalla esecuzione del Contratto.
16.22.    Il Cliente garantisce la lecita utilizzabilità, anche da parte di Arval, dei dati personali dei soggetti di cui al punto precedente, con riferimento anche all’adempimento degli obblighi di informativa della medesima nei confronti degli stessi ed, ove necessario, di raccolta del relativo consenso. In particolare, il Cliente si impegna a rendere edotti i conducenti dei veicoli noleggiati della presenza a bordo del veicolo dei dispositivi telematici descritti all’art. 2.6, nonché delle modalità e finalità di trattamento dei dati personali dichiarate da Arval nelle presenti condizioni generali e nella informativa fornita all’atto della sottoscrizione della proposta di contratto quadro di locazione a medio termine di veicoli senza conducente, sull’ambito di comunicazione dei dati medesimi e sui diritti riconosciuti dalla legge all’interessato. Arval e il Cliente si impegnano a mantenersi reciprocamente indenni e manlevati per ogni danno, onere, costo, spesa e/o pretesa degli interessati e/o terzi eventualmente derivante dalla violazione degli obblighi previsti dalle legge e dalle presenti condizioni generali in materia di trattamento di dati personali.. 
16.23.    L’attivazione delle funzionalità di cui all’art. 2.6, in ogni caso, non fa venir meno alcun obbligo a carico del Cliente, circa la custodia, l’uso, l’utilizzo, ecc., del veicolo noleggiato nonché la sua eventuale responsabilità per i danni cagionati a terzi o ad Arval in relazione al medesimo. Arval ed il Cliente convengono espressamente che, ai fini dell’adempimento degli obblighi previsti dalle presenti condizioni generali in ordine a manutenzione, riadeguamenti contrattuali, alla verifica delle percorrenze chilometriche/contachilometri ed all’addebito di eventuali penali/importi di cui agli artt. 16.6, 16.7 e 16.8, potranno essere utilizzate da Arval, anche, le funzionalità di cui all’art. 2.6. Per quanto sopra, il Cliente dichiara, sin d’ora, di accettare le risultanze dei predetti dispositivi nonché di accettarle in caso di furto, rapina, appropriazione indebita, truffa o sinistro stradale, le quali, pertanto, potranno anche essere utilizzate da Arval al fine di far valere eventuali pretese, anche risarcitorie, nei confronti dello stesso.

17.    VEICOLO DI PROPRIETA’ DI SOGGETTO DIVERSO DA ARVAL
17.1.    Il Cliente è consapevole che, ove in considerazione della particolare natura e della durata del Contratto, il veicolo concesso in noleggio sia di proprietà di soggetto diverso da Arval, dovrà prendere conoscenza delle specifiche condizioni di uso, di manutenzione, di assistenza, ecc. nonché delle coperture assicurative, del veicolo e delle eventuali clausole di limitazione di responsabilità a favore del cliente (facendo particolare attenzione ai massimali assicurati per la responsabilità civile, alle franchigie assicurative, ai danni di cui si deve rispondere, ecc.) previste nel contratto stipulato, di volta in volta, da Arval con il fornitore del medesimo veicolo.  
17.2.    Il noleggio del predetto veicolo, infatti, beneficerà delle suddette condizioni di uso, di manutenzione, di assistenza, ecc. nonché delle anzidette coperture assicurative e delle citate eventuali clausole di limitazione di responsabilità, non di quelle di cui alle presenti condizioni generali. 
17.3.    Il ritiro del predetto veicolo da parte del Cliente attesterà la presa visione e l’accettazione, da parte del medesimo, delle suddette condizioni di uso, di manutenzione, di assistenza, ecc. nonché delle coperture assicurative e delle eventuali clausole di limitazione di responsabilità.
17.4.    Il Cliente terrà indenne Arval da qualsiasi responsabilità, perdita, danno, costo, onere e/o spesa, conseguente al mancato rispetto, anche da parte di coloro ai quali ha concesso la disponibilità del veicolo noleggiato, delle condizioni di uso, di manutenzione, di assistenza, ecc. nonché delle coperture assicurative e delle eventuali clausole di limitazione di responsabilità previste nel contratto stipulato, di volta in volta, da Arval con il fornitore del medesimo veicolo.

18.    INFORMAZIONI RELATIVE ALL’ESERCIZIO DEL DIRITTO DI RECESSO DA PARTE DEL CLIENTE AI SENSI DELL’ART. 52 D. LGS. 206/2005
18.1.    Il Cliente è consapevole di godere del diritto di recedere dal Contratto ai sensi dell’art. 52 D. Lgs. 206/2005 (“Codice del Consumo”), per qualsiasi motivo, senza necessità di fornire spiegazioni e senza alcuna penalità. 
18.2.    Il termine entro il quale il Cliente può esercitare il diritto di recesso ai sensi del Codice del Consumo scadrà una volta trascorsi 14 (quattordici) giorni dalla conclusione del Contratto ovvero dalla data di consegna del veicolo, se antecedente. Una volta decorso il predetto termine, il diritto di recesso del Cliente potrà essere esercitato dal medesimo nei termini ed alle condizioni di cui al precedente art. 12. 
18.3.    Per esercitare il diritto di recesso ai sensi del Codice del Consumo, il Cliente è tenuto ad informare Arval della sua decisione di recedere dal Contratto tramite una qualsiasi dichiarazione esplicita (ad esempio, mediante lettera inviata per posta ad “Arval Service Lease Italia S.p.A. a socio unico, Via Pisana 314/B, 50018 Scandicci (FI), c.a. Ufficio Mid Term”, oppure all’indirizzo di posta elettronica Arvimidterm-sales@arval.it). A tal fine, il Cliente potrà scegliere di utilizzare, a propria discrezione (ma non obbligatoriamente), il modulo tipo di recesso allegato in calce alle presenti condizioni generali. Il diritto di recesso ai sensi del Codice del Consumo è validamente esercitato qualora il Cliente invii la suddetta dichiarazione esplicita entro il termine di cui al precedente art. 18.2.
18.4.    Ove il Cliente receda dal Contratto ai sensi del Codice del Consumo, Arval e il Cliente sono da considerarsi sciolti dalle rispettive obbligazioni derivanti dal Contratto e, pertanto:
a)    Arval provvederà a rimborsare al Cliente tutti gli importi versati, eventualmente, dal medesimo a titolo di deposito, senza indebito ritardo ed in ogni caso non oltre 14 (quattordici) giorni dal giorno in cui Arval è informata della decisione del Cliente di recedere dal Contratto. Detti importi saranno rimborsati da Arval tramite lo stesso mezzo di pagamento usato dal Cliente per il versamento iniziale dei medesimi, salvo che il Cliente ed Arval non abbiano espressamente convenuto altrimenti; in ogni caso, il Cliente non dovrà sostenere alcun costo quale conseguenza di tale rimborso. 
b)    il Cliente sarà tenuto alla restituzione del veicolo, eventualmente già consegnatogli in noleggio, mettendolo a disposizione di Arval o del soggetto da questa incaricato, senza indebito ritardo e in ogni caso entro 14 (quattordici) giorni dalla data in cui ha comunicato la sua decisione di recedere dal Contratto. 
18.5.    I costi diretti della consegna e della restituzione del veicolo (quali, ad esempio, le spese di trasporto, ecc.) saranno a carico del Cliente. Il Cliente è, inoltre, responsabile della diminuzione di valore del veicolo risultante da una manipolazione e/o da un uso del medesimo diversi da quelli necessari per stabilirne la natura, le caratteristiche e il funzionamento. Potrà, infine, essere addebitato al Cliente l’importo del canone di noleggio mensile, in misura proporzionale ai giorni di noleggio goduti dal Cliente fino al momento in cui il medesimo ha informato Arval della propria decisione di esercitare il diritto di recesso ai sensi del Codice del Consumo. Nessuna altra spesa è dovuta dal Cliente per l’esercizio del diritto di recesso.